Più turisti? Più cara raccolta rifiuti

La crescita del turismo incide significativamente sui costi della raccolta dei rifiuti solidi urbani: ad esempio, un aumento dell'1% dei turisti incrementa il costo medio procapite per raccogliere i multimateriali dello 0,11%, della carta dello 0,23%, e dell'indifferenziata dello 0,07%. Non si registrano sostanziali differenze per la raccolta dell'organico. Lo rivela uno studio del dipartimento di economia e management dell'Università di Pisa, pubblicato sul Journal of cleaner production. La ricerca si è basata su un campione di 68 comuni, rappresentativo di tutta l'Italia. La stima è che per la raccolta dell'indifferenziato ogni cittadino spende in media 22,42 euro, con punte fino 83,22 euro. Per la carta costi sono più contenuti, con una media di 8,91 euro a fronte dei 13,55 euro per l'organico, e dei 6,27 euro per il multimateriale. "Il turismo porta indubbi benefici economici - si sottolinea - ma è importante stimare gli oneri che ne derivano in un'ottica di sostenibilità economica e ambientale".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Gazzetta del Serchio
  2. La Gazzetta del Serchio
  3. Lo Schermo
  4. La Gazzetta del Serchio
  5. La Voce Apuana

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Castelnuovo di Garfagnana

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...