Capo Dia, penetrazione mafia in Liguria

"La presenza della criminalità organizzata in Liguria non è un fenomeno nuovo, risale alla fine degli anni Cinquanta. Oggi è in atto una penetrazione progressiva, silenziosa e che sfrutta l'assenza di attenzione". Lo ha evidenziato il direttore nazionale della Dia, Giuseppe Governale, intervenuto alla Spezia ad un evento organizzato da Libera. "Il fenomeno della penetrazione della criminalità organizzata in tutti i settori è presente perché lo 'scudo' che le varie organizzazioni devono porre in essere non è particolarmente efficace" ha aggiunto Governale che con i ragazzi di Libera ha ripercorso la storia delle organizzazioni mafiose che si sono affermate "perchè lo Stato non si opponeva in maniera efficace". Il capo della Dia ha ragionato sul collegamento con la lotta alla corruzione. "La vocazione della criminalità organizzata è di ricorrere il meno possibile alla violenza, che si esercita solo quando è strettamente necessario. La pervasività si esercita invece con l'avvicinamento

Altre notizie

Notizie più lette

  1. NoiTv
  2. La Gazzetta del Serchio
  3. La Gazzetta del Serchio
  4. Dì Lucca
  5. La Voce Apuana

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Nel frattempo, in altre città d'Italia...